Rinviata a Sabato 26 Novembre: Aree Piaggio di Finale e Museo dell’Orologio Tovo San Giacomo

  • MuseoBergallo2
  • MuseoBergallo3
  • MuseoBergallo2022.1
  • MuseoBergallo2022
  • MuseoBergallo2022
Stampa

Sabato 26 Novembre 2022 andremo alla scoperta di due luoghi iconici del patrimonio industriale del ponente ligure: le aree ex-Piaggio a FinalMarina (con accompagnamento di immagini storiche, da punto di osservazione strategico per comprenderne il ciclo produttivo) e il Museo dell'Orologio da torre G.B. Bergallo a Tovo San Giacomo. Capiremo come le dinamiche socio-politiche abbiano sempre inciso sullo sviluppo economico e produttivo del territorio, e viceversa. Saremo accompagnati da Fabio Caffarena - autore del libro Spazio aereo Piaggio, un secolo di cultura industriale nella città del volo di cui a questo link e autore del libro Il laboratorio del tempo. I Bergallo costruttori di orologi da torre tra Otto e Novecento di cui a questa scheda- e dal curatore del Museo dell'Orologio Sergio Bendo che ne ha restaurato tutti gli orologi. Al Museo Bergallo sono esposti orologi da torre (e loro meccanismi, rotelle, ingranaggi, ...) dal 1600 ad oggi. Leggi il programma qui, a fondo pagina.


Aree ex-Piaggio
"[...] A partire dagli anni Venti l’azienda iniziò a progettare in proprio aeroplani e motori e nel secondo dopoguerra, con la ripresa del mercato aeronautico, realizzò alcuni velivoli di successo internazionale: l’anfibio P. 136, il suo derivato terrestre P. 166 e gli addestratori P.148 e P. 149. La fabbrica finalese si affermò inoltre come qualificato polo motoristico per il montaggio e la revisione di propulsori a pistoni, turboelica e a reazione: tra questi ultimi i Rolls Royce “Viper” utilizzati dagli Aermacchi MB 339 delle Frecce Tricolori. [...] Dopo un lungo periodo caratterizzato da crisi industriali e occupazionali, ma anche da tentativi di rilancio, alla fine del 2014 lo stabilimento finalese è stato trasferito a Villanova d’Albenga. Per un secolo Finale Ligure è stata città del volo: la sua storia si intreccia alle vicende dei cantieri Piaggio, nello spazio aereo della memoria rappresentato dal grande hangar per idrovolanti costruito in riva al mare nel 1918 e da altri edifici industriali ormai abbandonati, destinati in gran parte alla demolizione."


Museo dell'orologio G.B. Bergallo
Il Museo nasce dalla volontà dell’ultimo orologiaio Giovanni Bergallo, che espresse il desiderio di donare la sua collezione al proprio paese per esporla come testimonianza dell’arte orologiaia e della tradizione familiare per le macchine del tempo. I Bergallo costruirono orologi da torre fra ‘800 e ‘900, nella casa-officina dove si svolse tutta la loro attività. I loro orologi furono installati in Liguria, Piemonte, Val d’Aosta, Valtellina e quello più lontano in Patagonia. Gli orologi esposti nel museo sono pezzi autentici (il più antico risale al XVI secolo) raccolti dalla famiglia Bergallo stessa e provenienti da donazioni di collezionisti, chiese ed altri enti. Oltre agli orologi troverete quadranti, lancette, “stranezze” provenienti da campanili, carrucole, tutti oggetti attestanti una ricca storia della tecnica e della meccanica orologiaia ormai irripetibile. L’attività del Museo ha trovato riconoscimento anche nell’ammissione alla Associazione MuseImpresa, insieme alle più importanti raccolte delle fabbriche Piaggio, Zucchi, Ferrari, Campari, Ducati, Barilla ed altre di livello nazionale.
Museo Orologio Bergallo Museo Orologio Bergallo Museo Orologio Bergallo Museo Orologio Bergallo


Programma Sabato 26 Novembre 2022

Appuntamento: ore 9.30 alla stazione di Genova Principe (treno delle 10.03)

Arrivo alla stazione di FinalMarina alle ore 11.24, dove ci aspetta Fabio Caffarena per argomentare fin da subito l’importanza della ferrovia per le attività industriali del luogo (e in generale a fine ‘800-inizio’900).

Visita alle aree ex-Piaggio con accompagnamento di immagini storiche. Saremo in esterno poichè è interdetto l'accesso all'area, ma saremo da punto di osservazione strategico per comprenderne l'intero ciclo produttivo (11.30 -12.45 circa).

Transfer Finale-Tovo San Giacomo

Arrivo a Tovo per le 13.00 e pranzo libero fino alle 14.30. Possibilità di pranzare presso la trattoria Ristorante Bosio.

Visita al Museo dell’Orologio da Torre G.B. Bergallo e all’antica Officina Bergallo.

Transfer Tovo San Giacomo-Finale e treno di ritorno ore 18.20
Arrivo a GE P.P. ore 19.08

Numero max. partecipanti: 20 persone

Contributo: visita gratuita riservata ai soci inGE // Iscrizione all'associazione (20 Euro/12 mesi). Spese vive a carico dei partecipanti per trasporto in treno, transfer, eventuale pranzo in trattoria.

Se non sei ancora socio puoi partecipare iscrivendoti all'Associazione. La quota associativa è di 20 Euro/anno (validità 12 mesi/da novembre 2022 a novembre 2023). Se diventi socio inGE:
• hai accesso ad un'area, sul sito, dove carichiamo testi e informazioni riservati ai soci
• partecipi gratuitamente alle iniziative inGE che non prevedono costi o rimborsi spese
• hai sconti su alcune pubblicazioni e iniziative di settore e/o dei nostri partner

A questo link puoi scaricare il modulo di iscrizione

Prenotazione: scrivi a percorsi@inge-cultura.org con oggetto "26.11.2022 Finale-Tovo" e allega all’email il modulo di iscrizione riportato qui sopra, compilato e firmato, insieme a copia di avvenuto bonifico entro mercoledì 23 novembre alle 18:00. Nel modulo trovi indicazioni per finalizzare o rinnovare l'iscrizione.

I commenti sono chiusi

error: Contenuto protetto!