GIORNATE PATRIMONIO EUROPEO GENOVA: inGE PRESENTA DI MOLO IN MOLO!

Stampa

In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio che si terrànno il 24 e 25 settembre, inGE presenterà la guida all’archeologia industriale del Porto Antico di Genova “Di Molo in Molo”. In particolare, l’autore presenterà il progetto per diffondere e finanziare la guida stessa: un progetto ideato da inGE e realizzato in collaborazione con SAGEP Editori.


Data della presentazione: 24 settembre 2016
Orario: 11.00
Costo del biglietto: ingresso libero
Prenotazione: Nessuna
Luogo: Genova, Museo Palazzo Reale di Genova - Via Balbi, 10 16126 - Genova


Gli strumenti di divulgazione della guida saranno due: alternativi nella sostanza e sintesi di quello che è oggi il mondo dell’informazione e della conoscenza. Da una parte, il tradizionale testo cartaceo, impostato come le vecchie guide novecentesche, e finanziato attraverso una metodologia commerciale di ricerca fondi. Dall’altra parte, una applicazione scaricabile su dispositivi mobili e finanziata attraverso una raccolta fondi online (crowdfunding).

Quest'ultimo, perchè vorremmo via via mappare altri luoghi simbolo del patrimonio e della storia del lavoro e dell'industria della città - anche al fine di poterne poi promuovere la valorizzazione e/o un loro riuso illuminato. Per farlo, chiediamo anche il tuo aiuto, a questo link: https://www.indiegogo.com/projects/industrial-genoa-app#/

Il progetto non privilegia né l’una né l’altra delle due forme di comunicazione, ma anzi si divide in due proprio perché il pubblico che ne possa usufruire sia il più largo possibile.
Non solo: il fatto che sia proprio una guida di archeologia industriale a presentarsi in questa duplice veste è anche coerente con la stessa disciplina che è essa stessa un insieme di competenze eterogenee come storia, sociologia, economia, storia della tecnologia e delle comunicazioni, storia dell’arte e dell’ architettura, meccanica, chimica e fisica. Tutte discipline finalizzate a capire la storia del lavoro dell’uomo nel tempo e che, con i suoi reperti e manufatti può diventare un’occasione per trasformare un mondo passato in uno spazio aperto alle più innovative forme di comunicazione o trasformare un porto obsoleto come quello di Genova, negli anni Ottanta del Novecento, in una nuova parte vitale di città, il Porto Antico.

Ecco quindi che passato, presente e futuro si incontrano in questo progetto che, come tutti i progetti che vogliono essere innovativi, è aperto a successivi sviluppi. La app, infatti, si espanderà in futuro nella mappatura dei tanti altri luoghi di interesse del patrimonio industriale della città di Genova. I lavori sono già iniziati.

HASHTAG
#dimoloinmolo #industrialgenoa #inGE #GEP2016

Giornate Patrimonio Europeo Genova Di molo in molo

COSA E’ LA GUIDA "DI MOLO IN MOLO"
La guida nasce dalle ricerche e dagli studi, cominciate dagli anni Duemila, promossi dalla ex-Soprintendenza Beni Storici Artistici Etnoantropologici della Liguria (oggi Archeologia Belle Arti e Paesaggio) del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, sul patrimonio industriale conservato nel Porto Antico di Genova, dopo le grandi trasformazioni scaturite e create dall’Esposizione Colombiana del 1992. Questa attività ha portato a far conoscere a centinaia di persone, con visite guidate e conferenze, la storia del porto di Genova attraverso la visione diretta di ciò che è conservato della sua storia e ha fatto sì che fosse creato, a coronamento del Museo del Mare, il Galata, il Galata Open Air Museum, presso le banchine della Darsena municipale. Il successo e la curiosità suscitata da queste iniziative ha poi portato a voler creare qualcosa che aiutasse a capire meglio quanto si raccontava nelle passeggiate lungo i moli.
Di Molo in Molo è un percorso volto ad accompagnare i visitatori del Porto Antico in una passeggiata alla scoperta delle tracce di ciò che è stata per Genova l’area oggi denominata Porto Antico - prima delle grandi trasformazioni degli anni Novanta del secolo scorso, che da spazio operativo portuale è stata trasformata in parte integrante e vitale del tessuto urbano.
Vi si parlerà del porto ottocentesco, con i suoi mezzi e attrezzature, senza trascurare quanto è ancor oggi visibile della città antica, passeggiando fra banchine e vecchi moli alla ricerca delle tracce di quella rete di manufatti che hanno connotato la vita di lavoro e di fatica della più grande fabbrica della città.
Nella guida si illustrano il porto otto-novecentesco, con i suoi edifici, i mezzi e le attrezzature; quanto è ancora conservato della città antica. Una passeggiata fra calate e vecchi moli per scoprire quanto ancora del vecchio porto è presente fra le calate e i pontili.

PERCHE' GUIDA E APP DI ARCHEOLOGIA E TURISMO INDUSTRIALE A GENOVA

  • per ampliare l'offerta turistica genovese, facendo conoscere ai viaggiatori anche questo aspetto della storia locale: quella di ex-città industriale con un importante ruolo a livello nazionale ed internazionale
  • per inserire Genova all'interno di circuiti internazionali che promuovono il turismo e la storia industriali
  • per raccontare, da un punto di vista nuovo e unico a Genova, la storia della città e del suo porto
  • per capire cosa è stato il porto di Genova per la città, al fine avere più strumenti per scegliere e progettare il futuro
  • per studiare il lavoro dell’uomo e la storia della tecnologia attraverso le tracce materiali ancora conservate: come si sono evoluti, con quali mezzi o manufatti si è svolta l’attività portuale nel tempo
  • per diffondere ed incentivare la cultura dell'industria, dell'architettura industriale e delle produzioni locali

Seguici su Facebook e Instagram.
Scarica il comunicato stampa >>

I commenti sono chiusi

error: Contenuto protetto!