L’Epopea del Gas (Genova 1838-1972)

Stampa

L'Epopea del Gas (Genova 1838-1972) dal gas illuminante al gas metano
è una pubblicazione della Fondazione Amga, a cura di Michele Pittaluga e di Manuela Signorelli

"Il gas naturale è una miscela di gas di cui il metano rappresenta oltre il 90%; viene estratto, purificato, trasportato, odorizzato e distribuito nelle nostre case. Ma non è sempre stato così.

Un tempo (fino agli inizi degli anni '70) il gas combustibile, chiamato gas di città, era un prodotto artificiale, frutto della distillazione secca del carbon fossile effettuata in officine specializzate.

Già, perché in origine il gas non serviva per alimentare calderine e fornelli, ma lampioni stradali. La tecnica di produzione venne sviluppata in Europa, nei paesi dove si trovavano i giacimenti di carbon fossile: Inghilterra, Germania, Francia. Furono proprio le società francesi che avviarono a Genova un rudimentale impianto di produzione che, nel 1846, consentì l'accensione dei primi fanali pubblici. Era iniziata l'epopea del gas."
fondazioneamga.org

I commenti sono chiusi