3 NOVEMBRE: degustazione Salame di Sant’Olcese e visita alla ditta Parodi, via motrice storica del trenino di Casella

Stampa

Sabato 3 Novembre siamo saliti sull'elettromotrice storica insieme ad un capo treno esperto, il quale ci ha guidati lungo la linea ed effettuerà speciali soste panoramiche.


E' possibile visualizzare le fotografie a questo link


A bordo, i volontari dell'Associazione Amici della Ferrovia Genova Casella ci hanno illustrato la storia e il recupero della linea del Trenino di Casella e della elettromotrice: essa è stata costruita nel 1929 e, dal 1929 al 1963, ha servito la Ferrovia della Val di Fiemme (Ora-Predazzo) in Trentino-Alto Adige. Dal 1963 è stata trasferita sulla Ferrovia Genova Casella dove, negli ultimi 3 anni, è stata restaurata e riportata allo stato di origine.

Ci siamo infine fermati a Sant’Olcese per degustare il salame locale e per visitare lo stabilimento e il piccolo, virtuoso museo della ditta Parodi.

Cenni: trenino di Casella

La Ferrovia Genova Casella è una ferrovia storica a scartamento ridotto che collega Genova all'abitato del Comune di Casella, lungo un affascinante percorso immerso nel verde che attraversa le tre valli: Bisagno, Polcevera e Scrivia.

Amt gestisce la Ferrovia Genova Casella dal 16 aprile 2010, dopo la gara ad evidenza pubblica bandita dalla Regione Liguria per l'affidamento del servizio.

L’ idea  di creare un collegamento più agevole tra Genova e il suo entroterra era già concreta nella seconda metà dell’Ottocento. Il 21 Dicembre 1876 la Deputazione Provinciale di Genova, organo collegiale esecutivo della Provincia,  istituì  una specifica Commissione per lo studio di nuove strade di complemento. Il tracciato della nuova via di comunicazione prevedeva la prosecuzione di via Assarotti, con partenza da Piazza Manin, per toccare i Preli, Trensasco e Torrazza, valicare l’Appennino in Crocetta d’Orero, scendere a Casella e raggiungere la strada di collegamento della Valle Scrivia. L’intendimento iniziale di costruire una strada carrabile subì diverse modifiche nel corso degli ultimi anni del XIX secolo, fino a trasformarsi nell’idea di un percorso ferroviario.

Fonti: AMT e ferroviagenovacasella.it.

Cenni sulla visita al Salumifico Parodi di Sant'Olcese

L’esperiernza è "un’immersione vera e propria nell’atmosfera del Salumificio Parodi". Si inizia con una presentazione introduttiva della storia della nostra Azienda, dei prodotti tradizionali e del legame con il territorio di Sant’Olcese.  Si procede quindi con l’ingresso nella stanza di asciugatura, dove immersi nel fumo dell’antica stufa a legna i salami riposano per qualche giorno. Ci sposteremo quindi nella sala dove sono conservati gli attrezzi ed i documenti storici, durante il quale verrà servito uno speciale assaggio
dei rinomati prodotti del Salumificio. Fonte: Salumificio Parodi


E' possibile visualizzare le fotografie a questo link


 

I commenti sono chiusi